Roast beef a bassa temperatura con abbattitore Life

Ho provato molte ricette ma alla fine il roast beef a bassa temperatura secondo me è il migliore in assoluto.
Carne cotta tutta al punto giusto, tutta rosa ma non sanguinolenta, come potete farlo? Ecco avete due strade, o col Roner o come ho fatto io in questo caso con l’abbattitore, il mio è Coldline e non posso che esserne felice.

Sono anche loro ambassador e ho un gruppo bellissimo, anzi, iscrivetevi, si chiama Abbattitore… E non solo ci sono tante belle ricette, condividete anche le vostre 🙂

Fondamentale dopo aver cotto un alimento a bassa temperatura è l’abbattimento di temperatura, per evitare la prolificazione batterica. Fatelo riposare almeno 1 gg in frigo e poi gusterete una carne fantastica.

Procediamo con la ricetta, facilissima

 

Ingredienti per il Roast beef a bassa temperatura

  • 1,300 di sottopesce o controfiletto o la noce 0 lo scamone insomma chiedete un pezzo adatto
  • sale
  • pepe
  • burro o olio
  • rosmarino / aglio

come fare il roast beef a bassa temperatura perfetto

  1. Per prima cosa prendete il pezzo di carne, lo salate e lo mettete in frigo, scoperto appoggiato su un piatto, per almeno  qualche ora, io a volte anche tutta la notte.
  2. Accendete il vostro abbattitore, funzione Pre-riscaldamento a 60°
  3. Una volta raggiunta la temperatura prendete la vostra carne, se è il caso asciugatela e mettetela nel sacchetto che sia compatibile con la cottura, mi raccomando.
    Se volete e secondo me ci sta bene, potete inserire del rosmarino ( io lo metto tritato) e volendo dell’aglio secco, chiudete il vostro sacchetto e inseritelo nel vostro Life
  4. A questo punto impostate la funzione Cottura Lenta 55 ° per 4 ore e mezza, potete anche fare 8 ore, non cambia, non succede niente anzi, forse è anche meglio.
  5. Una volta impostata la temperatura per continuare vi apparirà la possibilita di:
    Abbattere/surgelare / mantenere in caldo io vi suggerisco sempre di abbattere, per surgelare avrete tempo, potrete anche decidere di farlo da porzionato.
    Basta, la macchina fa tutto da sola.
  6. Una volta finito il ciclo trasferite tutto in frigo, vi consiglio di lasciarlo almeno una giornata prima di assaggiarlo.
    Ora non resta che rosolarlo, io lo faccio in modo non dietetico, col burro ma mi piace tanto.
  7. Metto in una padella una bella noce di burro ( se è chiarificato va ancora ,meglio), tolgo la carne dalla busta, la asciugo bene e la faccio rosolare.
    A questo punto affetto e servo.
    Come vi dicevo se la carne è troppa potete affettarla, porzionarla e surgelarla, avrete sempre un secondo pronto.

Si può fare anche una doppia rosolatura, come vedete dalle foto, in questo caso ho sempre salato, poi rosolato in burro e olio con gli aromi, abbattuto prima di mettere nel sacchetto con tutto il condimento raffreddato
Preriscaldato la macchina, chiuso il sacchetto e stesso procedimento di sopra

Spero vi piaccia tanto quanto piace a me

 

More from zampineincucina

Pavlova ai frutti di bosco semplice e buona

Era da un po’ che volevo fare la Pavlova ai frutti di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.