Sabrina

La Sabrina è un piatto tipico genovese, la ricetta e il taglio di carne hanno lo stesso nome.
In altre regioni  si può chiamare spinacino o tasca, è un pezzo di carne che viene aperto a libro e poi battuto con il batticarne in modo da creare un rettangolo che sia integro e si possa farcire.
Una ricetta che va bene anche per i giorni di festa, un piatto ricco dato tutti gli ingredienti che lo compongono, ma  molto bello da vedere e che vi farà fare bella figura con i vostri ospiti.
La sabrina

 

  • Ingredienti per la Sabrina

  • 1 fetta di sabrina da circa 1 kg
  • 5 uova
  • 200gr di bietole o spinaci
  • 60 gr di parmigiano grattugiato
  • sale/ pepe
  • maggiorana  qualche fogliolina
  • 2 hg di prosciutto cotto
  • 2 hg di formaggio ( io ho messo Edamer ma ci stanno benissimo anche formaggi più saporiti)
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • olio extra vergine
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • Procedimento per la Sabrina

Lavare e  far cuocere le bietole, quindi strizzarle bene e tagliarle col coltello belle fini.
Preparate con le uova, le bietole il parmigiano il sale e la maggiorana una frittata molto sottile e fatela raffreddare.
Mettete la carne su un piano, appoggiateci sopra la frittata, poi il prosciutto e infine il formaggio.
arrotolatela su se stessa ben stretta e chiudetela con lo spago da cucina come se fosse un arrosto.
CollageSabrina

In una larga padella mettete un giro d’olio e aggiungete il la carota e la cipolla tritate, aggiungete la sabrina, fatela rosolare bene su tutti i lati, quindi salate pepate e aggiungete il vino bianco per sfumare, coprite e fate cuocere per una ventina di minuti, poi togliete il coperchio e continuate la cottura per circa 25/30 minuti. Se fosse il caso aggiungete brodo. Volendo dopo la rosolatura potete cuocerla in forno a 180°.

Terminata la cottura io di solito la faccio raffreddare per avere le fette più belle e perché non si perda tutto il formaggio.
Mette la carne da parte e tutto il suo condimento potete, se volete, frullarlo con un frullatore ad immersione, aggiungete del vino bianco e rimettete sul fuoco per far restringere, se volete potete aggiungere un pizzico di amido di mais per avere una crema più densa.
Tagliate la Sabrina a fette e servite riscaldandola con il suo delizioso sugo.
La sabrina2

 

 

 

 

 

 

 

Tags from the story
,
More from zampineincucina

Tiramisu al pistacchio di Bronte

Ecco qui, un altro tiramisù…si ma il tiramisù al pistacchio di Bronte...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.