Cioccolatini

Cioccolatini, a chi non piacciono??? Magari non piace un ripieno, ma difficilmente ho visto qualcuno rinunciare ad un piccolo morso goloso. Ce ne sono parecchi di gusti diversi , a Genova anche al pesto, io li ho fatti classici con una ganache di cioccolato al latte per copiare i famosissimi cioccolatini Lindor che mia figlia ama, e con l’interno con crema Mou sempre per copiare  ahahah. Il risultato è stato eccellente, sono stati spazzolati alla velocità della luce direi quindi che l’esperimento è riuscito 🙂 Servono gli stampi  per poterli fare, io ho quello di policarbonato, ma anche quelli di silicone vanno benissimo.

Zampine in cucina cioccolatini

Temperaggio cioccolato con metodo a induzione di Montersino

Tagliare rigorosamente con un coltello tutto il cioccolato che serve sciogliere ( se avete il cioccolato in pasticche non avrete bisogno di tagliarlo). Prenderne 3/4 e fonderlo o a bagnomaria oppure al microonde (Montersino dice che il microonde è importante per la fusione del cioccolato perché non riscalda il contenitore e quindi si tempera prima). Io preferisco il bagnomaria perché al micro non so gestire le basse temperature
Fondere in entrambi i casi molto lentamente, non superando i gradi della tabella di riferimento, per non surriscaldare troppo il cioccolato. Quando la prima parte è fusa aggiungere il resto del cioccolato (lontano dal fuoco o fuori dal micro). Mescolando delicatamente, il cioccolato in pezzi inizierà a fondere grazie al calore del cioccolato fuso.
Il controllo del temperaggio del cioccolato dovrebbe avvenire con un termometro. Quindi, abbassare la temperatura mescolando fino a la temperatura riportata nella tabella, riscaldare nuovamente il cioccolato per portarlo alla temperatura esatta.

 

Ingredienti

500 gr di cioccolato al latte

100 gr Panna da montare

10 gr di burro

dulce de leche q.b.

Procedimento

Con 300 gr di cioccolato al latte ho fatto il temperaggio che ho illustrato sopra per fare i gusci. L’ho colato negli stampi, li ho rovesciati per togliere l’eccesso, dato dei piccoli colpi per togliere le eventuali bolle d’aria e messo a raffreddare in frigo per circa 30 minuti, quindi ho ripetuto il procedimento e rimesso in frigo.

Nel frattempo ho preparato la ganache,semplicissima, basta tagliare a pezzettini i 200 gr di cioccolato e il burro metterli in un contenitore (vetro o ceramica o alluminio), portare a bollore la panna  e versarla  bollente sopra al cioccolato, rimescolare bene con una spatola finchè la massa non sia liscia e farla raffreddare.

Il dulce de leche  lo faccio spesso e ce l’ho quasi sempre  nei barattolini pronto per ogni attacco improvviso di voglia di dolce 🙂

Ho provato 2 metodi:

1 difficilissimo ahahah prendete un barattolo di latte condensato e così chiuso lo mettete in una pentola,con acqua che lo copra completamente,mettete sul fuoco e fate sobbollire  ( se è necessario aggiungete acqua )per circa 4 ore. Fate raffreddare aprite e …PRONTO!!!!

2 Lo faccio in settimana con dosi e procedimento cosi’ avete il procedimento preciso, tra l’altro è perfetto per fare dei graditi regali di Natale

Tolto gli stampi dal frigo e fatta raffreddare la ganache, con l’aiuto di una sac a poche ho riempito i gusci, lo stesso ho fatto con un cucchiaino per il dulce de leche ,non troppo perchè i cioccolatini vanno chiusi.

Ora sciogliete di nuovo il cioccolato temperato e fate una colata sugli stampi per chiudere,togliete l’eccesso e mettete in frigo per almeno 1 oretta, ripetere l’operazione. Far raffreddare in frigo almeno per 3 ore quindi toglierli , rovesciare gli stampi e…cioccolati pronti 🙂

20140201_181138 ....

 

 

 

 

 

Tags from the story
, ,
More from zampineincucina

Peperoni bruciati

Peperoni bruciati o peperoni arrostiti… come li chiamate voi? Io sempre bruciati,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.