Pesto di ortiche semplicemente favoloso

come-fare-il-pesto-di-ortiche

Conoscete il pesto di ortiche? Per me è stata una piacevole scoperta,spero anche per voi!

pesto di ortiche
Per anni nella  casa  che avevo in campagna abbiamo lottato contro le erbacce e le ortiche erano tantissime, una volta le metti nel minestrone, una volta nelle fettuccine, una volta nel risotto o nella frittata ma poi? Le tagliavamo e stop. Che errore!!!
Ho scoperto questo pesto recentemente, visto sul blog della mia amica Cinzia, anzi vi consiglio un giretto nel suo bel blog Homesweethome , e l’ho voluto provare.
Da genovese il pesto per me è di basilico ma vi dirò, questo è sorprendentemente buono!
L’ho rifatto più volte, i miei amici hanno un prato enorme, ben curato e lontano, molto lontano dal traffico (umano, i cervi e i cinghiali sono di casa)  quindi le ortiche vengono tagliate spesso, io prendo solo le foglie più tenere quelle in cima.
Dovrete armarvi di guanti belli spessi, perchè come sapete tutti ( chi non l’ha mai provata?) l’ortica è urticante.
Una volta raccolta basterà lavarle bene e poi sbollentarle in poca acqua, in modo che mantengano il più possibile le tantissime proprietà nutritive che possiede. L’ortica è particolarmente ricca di potassio, fosforo, ferro, vitamina A, vitamina C, calcio e potassio. Contiene rame e zinco, ha molte proprietà terapeutiche, dovremmo usarla di più, qui vi metto un link in cui troverete tante notizie interessanti

Sbollentate le ho passate nel mio abbattitore, funzione Verdura> pezzi grandi ( erano molte) questo mi ha permesso di raffreddarle velocemente e mantenere il loro bel colore inalterato.

Ingredienti per il pesto di ortiche

  • 200 gr di  foglie di ortica sbollentate e strizzate bene
  • 130 gr di parmigiano grattugiato
  • 20 gr di pecorino sardo grattugiato
  • 150 gr di pinoli
  • 1 spicchio di aglio privato dell’anima
  • 150 gr di olio extra vergine
  • sale quanto basta

procedimento per il pesto

  1. Prendete le foglie e le cimette più delicate dell’ortica, lavatele ( sempre con i guanti) e sbollentate in poca acqua per pochi minuti.
    Una volta fatto questo potrete toccarle senza problemi, scolatele e fatele raffreddare ( io le ho messe in abbattitore ben distanziate per circa 20 minuti) strizzatele bene tra  le mani in modo che perdano tutta l’acqua.
  2. Mettete quindi le foglie ben strizzate, in un frullatore (  ho usato il bimby) unite l’aglio, i pinoli, i  formaggi, il sale e frullate bene, unite quindi l’olio ma solo il tempo necessario per ottenere la crema che desiderate in modo da non scaldarlo.
  3. Il vostro pesto  di ortiche è pronto, potete condire i formati di pasta che preferite, ma davvero sta bene con tutto, anche sul pane!!!  Già che c’ero e che avevo parecchie ortiche  ho fatto questi deliziosi ravioli del plin, e anche delle tagliatelle

Conservatelo come il pesto classico, in un barattolo ben coperto con olio, oppure potete congelarlo e farne scorta. Prima di condire la pasta diluitelo con un po’ di acqua di cottura.

pesto di ortiche

Tags from the story
,
More from zampineincucina

Spatzle di spinaci

Gli spatzle di spinaci sono dei gnocchetti tirolesi, un piatto tipico buonissimo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.