Liquore al finocchietto

Circa due mesi fa c’è stata una fiera qui a Genova, la Fiera Primavera e li ho scoperto per la prima volta il liquore al finocchietto.
A questa fiera vengono molte persone da fuori e io sono sempre attirata dalle cose nuove, così quando mi hanno proposto di assaggiare questo liquore che non conoscevo l’ho fatto volentieri ed è stata una piacevole scoperta.
Qui non si adopera molto il finocchietto, io ricordo  che mia mamma ne metteva qualche filo quando faceva le castagne bollite.
Comunque l’ho comprato, è piaciuto molto sia a me che a mio marito, va servito ghiacciato ed è molto fresco, aiuta  la digestione,ottimo da servire alla fine di un pasto sostanzioso.
Quello che ho comprato arriva dalla Sicilia, pochi giorni dopo averlo acquistato un’amica di Cookaround ha postato la ricetta…l’idea di farlo è stata immediata.
Unico problema io vivo in città e non sapevo dove trovare il finocchietto selvatico, allora la mia grande amica Irene con la quale condivido insieme a altre 11 matte il blog Chiacchierare cucinando mi è venuta in aiuto e in una giornata dal posto magnifico dove vive, vicino a Roma l’ha raccolto e spedito.
Poi ho scoperto da mia nipote che lei lo aveva in giardino…ma sono dettagli ahahha.
Un grazie particolare a Irene <3 e uno a Carmen  qui il suo blog,  per la ricetta

Tenete il liquore al finocchietto in freezer e servitelo ghiacciato, è ottimo!

Liquore al finocchietto

Ingredienti per il  liquore al finocchietto

  • 200 gr di finocchietto
  • 2 lt di alcool alimentare a 95°
  • 2 lt di acqua
  • 1,700 Kg di zucchero

Procedimento per il liquore di finocchietto

In una bottiglia o un contenitore di vetro inserire il finocchietto lavato e asciugato, coprirlo con l’alcool e lasciarlo per 15 gg mescolandolo più volte ( anche 1 al gg se volete), è meglio coprire il contenitore con carta alluminio o comunque tenerlo al buio.
Trascorsi i 15 gg preparare lo sciroppo con l’acqua e lo zucchero mettendolo sul fuoco e portando a ebollizione, far bollire per non più di 5 minuti.
Far raffreddare lo sciroppo molto bene.
Togliere il finocchietto dall’alcool, passare l’alcool una prima volta col colino in modo da eliminare i piccoli residui di finocchietto.

Non rimane che imbottigliare, filtrando nuovamente il liquore, io mi sono trovata benissimo con  gli appositi filtri per liquori, sono di carta e eliminano  tutte le impurità, lasciando i liquori belli limpidi, altrimenti con colino e garze si riesce ad ottenere un buon risultato.

Far riposare il liquore al finocchietto almeno 5 gg prima di assaporarlo 🙂

Liquore al finocchietto

Tags from the story
More from zampineincucina

Spatzle di spinaci

Gli spatzle di spinaci sono dei gnocchetti tirolesi, un piatto tipico buonissimo...
Read More

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.