Tiramisu al pistacchio di Bronte

Ecco qui, un altro tiramisù…si ma il tiramisù al pistacchio di Bronte  è un gran tiramisù 🙂
Adoro il pistacchio, credo sia la mia frutta secca preferita.
La coltivazione e la produzione di pistacchio rappresenta per Bronte, paese della provincia di Catania un importante fonte di reddito, tanto da essere soprannominato l'”Oro Verde”, per il suo alto valore commerciale. La città di Bronte ha saputo sfruttare questo vantaggio, infatti nel suo territorio si contano oltre 1000 produttori, la maggior parte con appezzamenti di circa 1 ettaro cadauno, nonché qualche grosso produttore con un multiplo di ettari. Il frutto raccolto viene in genere smallato ed asciugato ad opera del produttore stesso, che poi vende il suo pistacchio in guscio alle aziende esportatrici .

A Bronte, la pianta di pistacchio è chiamata “scornabecco” che deriva dallo spagnolo “cornicabra” (corno di capra).
Su otto piante femmine bisogna piantare un maschio, il maschio deve essere piantato in sopra vento e in sotto vento le femmine, in questo modo il vento può trasportare il polline dei fiori dai maschi fino al pistillo delle femmine.
Qui troverete altre notizie
Di solito a Genova in primavera e a Natale si svolgono due fiere io trovo lì i prodotti di un’azienda che mi piacciono moltissimo, la pasta di pistacchio e altri prodotti di loro produzione, si chiama I dolci sapori dell’Etna e vi garantisco che sono ottimi!
Di solito acquisto anche i pistacchi e li utilizzo anche per fare questo ottimo pesto di pistacchi , con cui faccio la pasta come mi hanno consigliato.
Ho fatto anche il liquore tempo fa ma devo aver sbagliato qualcosa e non mi è piaciuto molto.
Per questo tiramisù ho utilizzato la pasta di pistacchio pura, ho provato anche a farla in casa col bimby ma non viene raffinata così bene.
Ecco le mie coppe, sono golosissime e buonissime!!

Tiramisu al pistacchio di Bronte

Ingredienti per il tiramisù al pistacchio di Bronte

  • 250 gr di pan di spagna QUI la ricetta
  • 87,50 gr di tuorli
  • 170 gr di zucchero
  • 50 gr di acqua
  • 500 gr di panna montata
  • 500 gr di mascarpone
  • 80 gr di pasta di pistacchio pura
  • 1 tazza di latte
  • liquore alla vaniglia o Strega
  • un po di scaglie di cioccolato fondente

Procedimento per il tiramisù al pistacchio di Bronte

Preparare il patè a bombe,cuocere in una casseruola lo zucchero con l’acqua fino a raggiungere una temperatura di 121°, nel frattempo  in una planetaria montare le uova, quando lo zucchero avrà  raggiunto la temperatura  versarlo a filo sui tuorli e continuare a montare fino al completo raffreddamento.
A questo punto aggiungere il mascarpone e la pasta di pistacchio, una volta che il tutto si è ben amalgamato unire la panna, mescolando dal basso verso l’alto  per non smontare la massa.
Nei singoli bicchieri o in una pirofila  fare uno strato di pan di spagna, bagnarlo con il latte e liquore miscelati ( non ho scritto le dosi perchè il liquore secondo me va a gusti personali) fare uno strato di crema,  mettere qualche scaglia di cioccolato,un altro di pan di spagna,  e finire con la crema.
Riporre in frigo almeno per 3/4 ore
Una generosa spolverata di pistacchi e scaglie di cioccolato prima di servire e  il vostro tiramisù  farà il suo bel figurone con i vostri ospiti!

 

 

Tags from the story
More from zampineincucina

Polpette nella foglia

Le polpette nella foglia di limone vi sorprenderanno…semplicissime da preparare ma profumatissime...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.