Strudel di mele, a modo mio

Ho sempre amato lo strudel di mele, ho provato molte ricette, questa è l’ultima, ho trovato quello che cercavo.
Mi piace moltissimo, non troppo dolce, morbido, gustoso, perfetto per la colazione ma anche per fine pasto.

Come sono arrivata a questa ricetta? Beh, qualche giorno fa guardavo su Fb la pagina della mitica Rina Poletti, meravigliosa maestra di sfoglia, che parlava dello strudel. Ho seguito la sua diretta, avevo delle mele e immediatamente mi sono messa all’ opera.
Non ho seguito la sua ricetta alla lettera, ho fatto la mia pasta matta e ho messo meno zucchero, l’ho fatta mia diciamo e il risultato per me è strepitoso.

Allora eccolo qui, il mio strudel, e grazie a Rina per avermi aiutata a trovare quello che cercavo da tempo!
SE amate le mele come me provate la torta della mia mamma, buonissima

Ingredienti per lo strudel di mele

Per la pasta matta

  • 200 gr di farina 00
  • 100 gr di farina manitoba
  • 3 cucchiai di olio extra vergine
  • 150 gr di acqua
  • 1 pizzico di sale

Per il ripieno

  • 1 kg di mele renette
  • 50 gr di pane grattugiato
  • 50 gr di burro
  • 100 gr di zucchero
  • 80 gr di noci sgusciate ( o se volete 40 di pinoli e 40 di noci)
  • 30 gr di burro per spennellare
  • 1 cucchiaio di cannella

Procedimento per lo strudel di mele

Per prima cosa preparate la pasta matta, io uso il bimby ma potete usare qualsiasi impastatore o farla a mano.
Mettete le due farine nel bimby, aggiungete l’olio, il sale, l’acqua e lavorate poco, diciamo 1 min a velocità spiga, giusto il tempo di amalgamare tutto bene.
Nel frattempo mettete in una pentola 2 dita di acqua e portatele a bollore
Mettete l’impasto su una spianatoia, impastate un attimino a mano poi, prendete la pentola, svuotatela dall’ acqua asciugatela velocemente e capovolgetela sulla pasta.
Lasciatela così fino a quando la pentola non   sarà fredda, ci vorrà una mezz’ora.

Nel frattempo occupatevi del ripieno.
Mettete il pane grattugiato in un pentolino insieme ai 50 gr di burro e fatelo rosolare, spegnete il fuoco e mettete da parte
Sbucciate le mele, togliete il torsolo e tagliatele a spicchi, copritele con pellicola e mettetele da parte.
In un piccolo pentolino fate sciogliere i 30 gr di burro.
Ora vi potete occupare della pasta, io faccio sempre la focaccia al formaggio e quindi non trovo difficoltà, la faccio nello stesso modo.
Infarinate leggermente un piano di lavoro, poi cominciate a stenderla con mattarello. Vedrete che è molto morbida ed elastica, non farete fatica.
Preparatevi una tovaglietta larga su cui disporla.
Per farla ancora più sottile sollevatela e facendola girare allungatela al massimo, quasi a farla diventare trasparente. Disponetela sulla tovaglietta.
Prendete il burro fuso e con un pennello ungete metà sfoglia.
Cospargetela con metà pane grattugiato
Ora prendete le mele, cospargetele con i 100 gr di zucchero e con la cannella e mescolatele.
Disponete la metà delle mele sulla sfoglia, distribuite metà delle noci.
Ora con l’aiuto della tovaglia arrotolate la sfoglia sulle mele fino ad arrivare a metà.
Avrete un salamone con metà parte vuota, ora fate la stessa operazione che avete fatto prima ( non chiedetemi perchè in due tempi, non lo so, lei ha fatto così e io ho seguito ahah
Lasciate gli ultimi 3/4 cm di pasta senza condimento
Piegate la pasta niente sulle mele e ricominciate sempre con l’aiuto della tovaglietta ad arrotolare
Continuate ad arrotolare, ora avrete davanti uno strudel bello grande, prendete la teglia del forno, mettete un foglio di carta forno, e fate scivolare il vostro strudel di mele sulla carta.

Ripiegate i bordi sotto, con il burro sciolto ungetelo bene,  se volete potete fare i tagli sopra alla pasta, non trovo differenza onestamente, infornate in forno caldo a 180° per 40 min ( nel mio forno 50)
Una volta freddo cospargetelo di zucchero a velo.
Se avete l’abbattitore potete, appena uscito, dal forno surgelarlo già porzionato per avere una scorta di dolcezza sempre pronta!

More from zampineincucina

Focaccia al formaggio di Recco, la versione casalinga.

Da buona genovese amo la focaccia al formaggio  di  Recco. Recco è...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.