Crema di aglio a bassa temperatura con Fresco

Crema di aglio a bassa temperatura.

Non me la sono chiaramente inventata, non ne ho le capacità, ma  frequento molti gruppi su fb, leggo molte cose che riguardano la cucina sia dolce che salata e quando trovo una ricetta che mi ispira la provo subito.
Tempo fa su BBQ4ALL un gruppo che frequento e trovo molto interessante è stata pubblicata la ricetta da Gianfranco Lo Cascio della aglio e olio scientifica.
Questo discorso dell’emulsione mi è piaciuto fin da subito e l’avevo provata immediatamente, mi era venuta una pasta deliziosa, per niente forte.
Ieri l’ho rifatta, e dato che poi usata per più preparazioni, ho seguito alcune cose che sono suggerite nell’articolo che trovate sopra ma volendo conservare la crema di aglio ho deciso di provare e aggiungere pochissima acqua e conservarla in barattolo, naturalmente in frigo.
L’aglio contiene alliina non va rotto, va solo sbucciato, perché? Perché se lo schiacciate o lo tritate, si rompe la sua struttura e grazie ad un enzima chiamato alliinasi si trasforma in allicina, che dà all’aglio quel tipico profumo pungente.
Cuocendolo a bassa temperatura, sempre non rompendolo, rimane digeribile e l’alito non sarà forte ( se non ne mangiate un vasetto da solo J)
Sopra cliccando sulla scritta aglio e olio scientifica troverete il procedimento per la pasta di Gianfranco Lo Cascio, per la mia crema invece ho fatto più di un errore, ho letto mille volte l’articolo e ho sbagliato, ma nonostante tutto vi devo dire che …è BUONISSIMA.
Con 2 teste di aglio fresco mi sono venuti 3 barattoli, 1 più grande e 2 piccini. Lo conserverò in frigo.
La uso a gocce nell’insalata, l’ho messa a gocce sul carpaccio, la metto negli spaghetti con le vongole, insomma, dove serve l’aglio ci sarà e vi dirò che anche sui crostini ha il suo perché.

L’ho cotta utilizzando Fresco, il mio abbattitore, in alternativa potrete farla sul fuoco, cercando di mantenere i 65° o un roner ma lasciando il sacchetto aperto.

Ingredienti per la crema di aglio a bassa temperatura

  • 2 teste di aglio ( io ho usato quello fresco)
  • 2 bicchieri di olio extra vergine
  • 2 cucchiaini di limone
  • 1 tazzina di acqua
  • sale

Procedimento per la crema di aglio con Fresco

  1. Per prima cosa accendete  Fresco in funzione cottura a bassa temperatura a 70° questo vi permetterà di avere in camera una media di 68 ° ho impostato 5 ore ma poi ho allungato a 8. Se è morbido lasciate 5.
    2  Sbucciate e pulite gli spicchi di aglio, metteteli in un contenitore e copriteli  di olio.

    3  Ora programmate la cottura, io ho allungato a 8 ore perché mi sono resa conto dopo 5 che era molto duro ancora.
    4  Poi raffreddate tutto con la funzione raffreddamento rapido ( 1 stellina)
    5  Quindi mettete l’aglio scolato in un bicchiere da frullatore a immersione (vi dico come ho fatto io, anche se il procedimento è diverso da come è scritto sopra)unite la tazzina di acqua e cominciate a frullare.
    6  Prendete l’olio di cottura e piano piano come se faceste la maionese inseritelo a filo.
    7   A metà unite il limone e continuate con l’olio.
    8  Per ultimo mettete il sale

Finito, riponete nei vasetti, raffreddate nuovamente e …usatela per le vostre preparazioni.
Vi ricordo l’aglio sott’ olio e le cipolle di Tropea… provateli!

More from zampineincucina

Moscardini cotti a bassa temperatura

Moscardini cotti a bassa temperatura con Fresco, il mio abbattitore. Tempo fa...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.